Umberto Giordano, il compositore che Foggia non dimenticherà mai

Ricorre oggi il settantesimo anniversario della morte di Umberto Giordano, il compositore foggiano che la nostra città ricorda con orgoglio.

Nato il 28 agosto 1865, frequentò il liceo classico e a soli 14 anni partecipò al concorso promosso dal Reale Collegio di Musica S. Pietro a Majella di Napoli; tre anni dopo fu ammesso al conservatorio napoletano, dove studiò, tra le altre cose, organo, pianoforte e violino.

Nel 1888 compose la sua prima opera, la ‘Mala Vita’, ma il successo vero e proprio arrivò qualche anno dopo: nel 1896 si consacrò con la rappresentazione di ‘Andrea Chènier’ e poi nel 1898 con ‘Fedora’.

Il compositore si spense a Milano il 12 novembre del 1948.

L’importanza che Umberto Giordano ha per la nostra città è tangibile dal fatto che a lui sono dedicati la piazza centrale della città, il teatro comunale e il conservatorio.

E, a proposito del teatro comunale ‘Umberto Giordano’, è proprio lì che il prossimo 14 dicembre avrà luogo la seconda edizione del TEDxFoggia.

Quest’anno, dopo aver ottenuto la licenza di secondo livello da TED Conference, il TEDx di Capitanata è pronto ad allargare i suoi orizzonti. Approdando al Teatro Umberto Giordano, inaugurato con questo nome il 23 agosto del 1928 (prima era chiamato Teatro Dauno), è pronto ad accogliere un pubblico più ampio.

Con Spark, il tema di quest’anno, vi aspetta un’esplosione di idee.


Ilaria Orzo

Diventa nostro Partner!
This is default text for notification bar