L’esplosione di idee al TEDxFoggia

Il giorno tanto atteso è arrivato. Il TEDx è esploso in un vortice di sorrisi, strette di mano, emozioni, luci e idee durante un pomeriggio di metà dicembre a Foggia.

La campanella del teatro ha annunciato che tutto stava per cominciare, così si è alzato il sipario su un dialogo a più voci dove ognuno di noi, dagli speaker ai presentatori, dal team ai volontari, ha messo tutto se stesso.

Le poltrone rosse del teatro Umberto Giordano allineate in platea, gli sguardi dei presenti attratti dalle belle balconate e il palco allestito come solo TEDx sa fare: la pelle d’oca è d’obbligo, anche il ricordo è emozionante. Il frutto di tanto lavoro ha preso forma (una bella forma!) e si è compiuto sotto gli occhi di tutti.

Cos’è stato il TEDxFoggia 2018? Una giornata fantastica durante la quale tutti si sono sentiti protagonisti.

Il programma dell’evento è stato scandito da Anita Likmeta e Matteo Cerri che hanno presentato questa seconda edizione del TEDxFoggia. Nella prima parte del pomeriggio, abbiamo esplorato le diverse declinazioni della scintilla con le intuizioni del genetista Massimo Delledonne e la sua genetica senza frontiere, con la precisione del professore di fisica teorica Guido Caldarelli nel raccontarci i sistemi complessi e con la continua voglia di scoperta di Simona Macellari, avvocato prestato al BlockchainLab, che ci ha portato nel mondo dei Bitcoin. Subito dopo, spazio alla creatività con l’illustratore Marco Goran Romano che ha approfondito l’importante ruolo della preparazione precedente al momento della scintilla, alla simpatia della professoressa di patologia generale Adriana Albini che ha posto l’attenzione sulle tre S (scienza, scherma e scrittura) che scandiscono la sua vita professionale e le scintille che le accompagnano, al coraggio di Veronica Yoko Plebani che ha imparato a riconoscere occasioni e fortune anche nei momenti più difficili.

Nella seconda parte, dopo la ricarica della pausa caffè e del confronto sui temi appena trattati abbiamo ripreso con la scintilla che scocca sul ponte tra scienza e fantasy, tra reale e irreale, del giornalista scientifico Michele Bellone, con la caparbietà della geofisica Elena Pettinelli e del suo percorso, ricco di scintille spaziali, verso una scoperta memorabile. La serata è proseguita con le scintille di umanità di Marie Thérèse Mukamitsindo che ci hanno fatto commuovere, con la sensibilità nei progetti portati avanti da Domenico Prattichizzo, professore di robotica presso l’Università degli Studi di Siena, e dal suo gruppo di ricerca, con il ritmo della coppia Pasquale Diaferia e Patrizia Pfenninger che hanno riempito il palco con la loro idea che i robot siano i migliori amici dei creativi.

Cosa sarebbe stato un teatro senza musica? Durante il TEDxFoggia abbiamo avuto anche quella in un flash mob organizzato a regola d’arte dall’Accademia Lirica Internazionale Umberto Giordano. All’improvviso, nello stupore dei presenti, il Giordano si è illuminato sulle note di Libiamo né lieti calici tratto da La Traviata di Giuseppe Verdi e due calici, nelle mani di altrettanti cantanti lirici, sono sbucati dai palchi: è stato un momento di grande emozione. La musica e il canto si sono diffuse nel Teatro e la magia dell’opera ha impreziosito la giornata.

Proprio la musica ci ha accompagnato anche a TEDx concluso, durante la TEDxNight. Il ritmo dei Gypsy Project ha animato la meravigliosa Sala Fedora, mentre tutti noi, dopo aver nutrito mente e spirito, ci siamo dedicati anche al corpo e lo abbiamo fatto nel migliore dei modi. Infatti, Libando ha curato il catering dal salato al dolce a base di prodotti locali con la collaborazione delle sue aziende partner.

E, in tutto ciò, c’è stata la scintilla? A nostro avviso, sì.

La scintilla è scoccata nelle parole degli speaker che hanno portato sul palco le loro esperienze fra lavoro e momenti del quotidiano, difficoltà e vittorie. La scintilla è scoccata nelle menti di ognuno di noi e ci siamo sentiti più motivati ad andare avanti dopo le testimonianze di tentativi e momenti difficili necessari per raggiungere il traguardo. La scintilla è scoccata nel cuore di tutti noi che abbiamo condiviso, dal vivo e non, le “idee che vale la pena diffondere” e il piacere di conoscerci e chiacchierare sorseggiando un caffè prima e un calice di vino poi durante la TEDxNight.

Abbiamo preparato tutto affinché la scintilla potesse scoccare, perché, nonostante duri solo un momento, essa ha bisogno che tutto sia al posto giusto e curato nei minimi particolari, come un seme per germogliare ha bisogno che il terreno sia pronto ad accoglierlo.

Ci auguriamo che la scintilla sia scoccata anche dentro di te con uno spunto di riflessione, un semplice pensiero, una stretta di mano, un sorriso. Nel frattempo, per aver creduto in noi e per averci sostenuto, ti diciamo “grazie”, hai reso il TEDxFoggia davvero scintillante.

Concetta Lapomarda

Diventa nostro Partner!
This is default text for notification bar