TEDx Foggia, ovvero quattro amici al bar e un grande progetto

SonCore team TEDxFoggia 2017o passati circa 7 mesi dal giorno in cui mi fu proposto di tradurre un progetto da presentare a TED Conferences. Si trattava di una traccia ideata per portare a Foggia il grande format americano di conferenze TEDx. Le cose però non erano così semplici. Beppe, Chiara e Antonello avevano già tante belle idee e le avevano buttate giù, ora bisognava tradurre le rigidissime linee guida di TED e compilare l’application form per ottenere la licenza. Inutile dirvi che i nostri primi incontri furono semplici chiacchierate al bar. Non sapevamo esattamente cosa stavamo facendo, ma eravamo convintissimi di farlo. Io conoscevo già TED e i famosi TED Talk dai tempi dell’università e il mio sì non si fece attendere. Era un’idea che mi entusiasmava e che sentivo nelle mie corde. La mission di TED, il carattere globale del format, il focus sull’innovazione e le nuove tecnologie, l’idea di lavorare con persone che ammiravo (o per meglio dire che avevo scelto perché mi erano piaciute “a pelle”) e che avevano deciso di far crescere il territorio. Tutte queste motivazioni hanno dato il via a un processo lunghissimo che ha portato in estate all’approvazione del nostro progetto; evento che ci ha lasciato felicissimi ma anche un po’ increduli. Il primo passo era stato fatto e quasi non ci sembrava vero. Ora si trattava di passare davvero all’azione. Riuscire a trovare il tempo per dedicarsi all’organizzazione dell’evento era già una sfida di per sé, ma la sfida forse più grande era creare un team di lavoro – costituito ormai non più da quattro persone ma da circa venti professionisti – coeso, motivato e concentrato sul risultato finale. E questo compito è stato portato avanti fin dall’inizio da Beppe, il nostro organizer, nel migliore dei modi.
Molti sono gli aspetti che mi entusiasmano, in primis forse l’entusiasmo stesso dei miei colleghi, ma anche la felicità di tutti i foggiani fuori sede, desiderosi di collaborare con noi, di non rimanere a guardare, di percorrere centinaia di chilometri pur di far parte di questo vivace carrozzone. Il lavoro va avanti senza sosta, con alti e bassi, ma con il forte desiderio di fare sempre di meglio e di perfezionarsi, di badare alla sostanza ma anche alla forma (perché il TEDx è anche questo), di portare tutto il mondo nella nostra Foggia e portare Foggia nel mondo.
A chi mi chiede, e mi chiederà in futuro, come mai abbia deciso di tuffarmi in un progetto no-profit come questo, posso soltanto dire che tante sono le occasioni di crescita e di “ispirazione”, nate non solo dai successi ma anche dalla gestione dei problemi: le tante riunioni domenicali, il confrontarsi con persone specializzate in settori diversi dal tuo (dal marketing alla grafica, dall’informatica alla fotografia, ecc.), i preparativi in attesa del fatidico giorno in cui potremo conoscere i nostri speaker, le loro storie, le loro idee. Perché un TEDx forse non è per tutti, ma tutti volendo possono avvicinarsi al TEDx, se credono che la ricchezza non derivi solo dal profitto ma anche dalla crescita personale, dall’agire dei singoli, dalle idee, dal lavoro di squadra e dalla realizzazione di un sogno.
In attesa del 16 dicembre, lasciatevi ispirare anche voi e non abbiate paura di imparare e di conoscere mondi nuovi. This is TEDx!

Roberta Recchia

Diventa nostro Partner!
This is default text for notification bar